Eco di Biella

Eco di Biella è nato nel dicembre 1947 con caratteristiche mai mutate di informazione d’ispirazione liberale. Germano Caselli fu il fondatore del giornale, ora di proprietà della S.G.P. srl Società Gestione Periodici e ha come socio l’Unione Industriale Biellese.

Dapprima bisettimanale, nel 2010 diventa trisettimanale – in uscita il lunedì e sabato. Con indici di forte penetrazione nel territorio della provincia di Biella, fa della sua forza, la puntualità, la qualità e l’ampiezza delle informazioni, uno strumento prezioso per le famiglie, gli operatori, gli imprenditori, i visitatori del Biellese.

Molti direttori importanti hanno firmato il giornale Eco di Biella. Dopo Carlo Caselli, figlio del fondatore, il giornale è passato nelle mani di Marco Marcello, alla direzione di Ugo Zatterin, figura di rilievo nel giornalismo nazionale della carta stampata e televisiva, a Costanzo Gatta, a Walter Semeraro, a Carlo Andrea Finotto a Gabriele Pinna.

Dal 2013 il giornale Eco di Biella è diretto da Roberto Azzoni.

Rinnovato nella nuova veste grafica, con una foliazione di 48 pagine interamente a colori, ogni settimana diverse sono le pagine monotematiche che ne compongono la foliazione: dalle pagine dedicate all’Economia, allo Sport e al Tempo Libero, oltre a ai dossier tematici.

SCENARIO

Numero di abitanti: 182.325

Imprese attive: 19.435

Pil pro capite: 25.238€

Media Italia: 23.239€

Reddito disponibile pro capite: 22.208€

Reddito disponibile pro capite totale Italia: 17.935€

TIRATURA

Eco di Biella

LETTORI

Eco di Biella
Composizione dei lettori (in %)
Per classi di età
Eco di Biella
Composizione dei lettori (in %)
Per classe sociale
Eco di Biella

Diffusione (numero di copie medie ad uscita) e lettori (numero di lettori medi ad uscita): dichiarazione Editore.